Manifestazioni ed eventi in Valle Brembana, provincia di Bergamo
Invio locandine eventi
contact: info@valbrembanaweb.it

C'era una volta

Oltre il Colle, Domenica 30 Luglio 2017

La vita di una comunità è un microcosmo di interessi, una miriade di situazioni, un variare di dinamiche a volte univoche, a volte contrapposte, che col procedere degli anni si spezzettano e si differenziano in una infinità di comportamenti determinati dalla specificità degli individui e dei gruppi sociali. Questa multiforme natura della comunità tende a ripetere se stessa anno dopo anno, generazione dopo generazione, creando equilibri che si consolidano fino a codificarsi. Capita però, non di rado, che la storia faccia irruzione nella comunità e stravolga gli equilibri faticosamente raggiunti, costringendo a dolorose separazioni, portando paura e morte, seminando scompiglio e riorganizzando i rapporti tra persone e gruppi sociali. La storia, sotto forma di guerre, invasioni, leggi imposte dai governanti di turno, grandi mutamenti economici e sociali, epidemie, calamità naturali… è il fattore imprevedibile ed ineluttabile con il quale le comunità, grandi e piccole, devono confrontarsi, al di là delle proprie dinamiche interne. Tutto questo emerge nitido e dettagliato in questo libro nel quale l’autore presenta con affetto e umana partecipazione la comunità di Oltre il Colle, cogliendone le minime sfaccettature, le più recondite componenti, le trasformazioni e le aspirazioni personali e collettive. La narrazione avviene principalmente per immagini: riunendo nel volume ben milleottocento fotografie, l’autore costruisce un immenso mosaico nel quale sono collocati uno a fianco all’altro gli abitanti di Oltre il Colle e delle frazioni di Zambla Alta e Bassa e di Zorzone, raffigurati a partire degli esordi della fotografia, fino agli anni più recenti, disposti e organizzati in modo da delineare un quadro completo dell’evolversi della vita del paese nel corso di oltre un secolo. Questo variegato mosaico riflette i diversi aspetti della storia di Oltre il Colle: la nascita, la giovinezza, la scuola, l’amore, la formazione delle famiglie, il lavoro, l’emigrazione, lo sport e il divertimento, ma non nasconde l’impatto con la realtà meno piacevole, triste e drammatica, rappresentata dal distacco dalla famiglia per le esigenze dell’emigrazione o per la chiamata alle armi e per lo scoppio della guerra, con il suo tragico e assurdo bilancio di lutti e lacrime. La guerra aleggia dietro le immagini dei giovani militari di Oltre il Colle spediti al fronte nel primo o nel secondo conflitto mondiale. I testi che corredano l’apparato iconografico consentono all’autore di spaziare in un ambito temporale più esteso di quello contestuale all’epoca delle fotografie e di illustrare aspetti ambientali, storici e socioeconomici più generali, dallo studio dei toponimi, alla descrizione delle origini e dell’evoluzione storica del comune e delle frazioni, dall’enumerazione dei vari casati, all’analisi del ruolo svolto da ciascuno nel contesto della comunità. L’attenzione alla storia delle famiglie è completata dalla presentazione di brevi cenni biografici di personaggi di spicco che più di altri hanno contribuito allo sviluppo di Oltre il Colle nel settore amministrativo o in quello economico, sociale o culturale: persone semplici e oneste, che hanno dedicato la loro vita al bene comune e alla crescita del paese. I testi approfondiscono anche altri aspetti della vita locale, a cominciare dal lavoro, che vede in primo luogo l’attività contadina e l’allevamento del bestiame, a cui si dedicavano le donne al pari degli uomini, per non dire dei giovani e dei bambini, questi ultimi spesso in alternanza con la scuola. E accanto alla coltivazione della terra, un posto rilevante nell’economia di Oltre il Colle occupa il lavoro in miniera. Questi e molti altri sono gli aspetti della vita di Oltre il Colle descritti nel presente volume, ciascuno con una propria peculiarità che non può essere qui evidenziata, ma che si rivelerà al lettore a mano a mano che si inoltrerà nella narrazione. Un’attenzione particolare merita il capitolo conclusivo, dedicato alle tradizioni scomparse, alle compagnie teatrali del paese, alla storia della banda musicale e della corale parrocchiale, alle orchestrine, alle ricorrenze civili e alle sagre paesane. A questi gruppi e a queste iniziative erano collegati i momenti di svago, attimi di festa tra fatiche, sacrifici… e tanta miseria. Eppure i racconti di queste persone lasciano intendere che la loro vita non era poi così grama come potrebbe sembrare, ma era sostenuta dalla tenue gioia delle piccole cose, dalla fiducia dello stare insieme e della condivisione semplice degli affetti personali e dei sacri valori della comunità.  Un mondo di cui resta poco più che il ricordo.

The life of a community is a microcosm of interests, a myriad of situations, a variation of sometimes unique, sometimes opposed dynamics, which, with the passing of years, break out and differ in an infinity of behaviors determined by the specificity of individuals and Social groups. This multifaceted nature of the community tends to repeat itself year after year, generation after generation, creating balance that consolidates to codify itself. However, it is not uncommon for the story to break into the community and overcome the hard-pressed balance, forcing to painful separations, bringing fear and death, sowing confusion and reorganizing the relationships between people and social groups. History, in the form of wars, invasions, laws imposed by rulers on the go, major economic and social changes, epidemics, natural disasters ... is the unpredictable and inevitable factor with which large, small communities must face beyond Of their internal dynamics. All this is clear and detailed in this book, in which the author presents with affection and human participation the Oltre il Colle community, grasping the slightest facets, the most obscure components, personal and collective transformations and aspirations. The narration is mainly based on images: by gathering in the volume some ten thousand photographs, the author constructs an immense mosaic in which are placed side by side the inhabitants of Oltre il Colle and the fractions of Zambla Alta e Bassa and Zorzone depicted Starting with the beginnings of photography, to the latest years, arranged and organized so as to outline a complete picture of the evolution of the country's life over a century. This varied mosaic reflects the different aspects of Oltre il Colle's history: birth, youth, school, love, family formation, labor, emigration, sport and entertainment, Impact with the less enjoyable, sad and dramatic reality, represented by the detachment from the family to the needs of emigration or the call for arms and the outbreak of war, with its tragic and absurd balance of mourning and tears. The war lies behind the images of the young soldiers of Oltre il Colle sent to the front in the first or second world conflict. The texts that accompany the iconographic apparatus allow the author to span in a more extensive time frame than the context of the photographs and to illustrate more general environmental, historical and socioeconomic aspects, the study of the toponyms, the description of the origins and Of the historical evolution of the commune and of the fractions, from the enumeration of the various houses, to the analysis of the role played by each in the context of the community. Attention to the history of families is complemented by the presentation of short biographical notes of prominent figures who more than others have contributed to the development of Oltre il Colle in the administrative or economic, social or cultural fields: simple and honest people who have Dedicated their lives to the common good and to the growth of the country. The texts also deepen other aspects of local life, starting with work, which sees first of all rural farming and livestock farming, to which women are treated as men, not to mention young people and children , The latter often in alternation with the school. And besides the cultivation of land, a significant place in the Oltre il Colle economy occupies mine work. These and many others are the aspects of Oltre il Colle's life described in this volume, each with its own peculiarity that can not be highlighted here, but which will turn out to be reader by hand as it will go into narrative. Particular attention is paid to the concluding chapter dedicated to lost traditions, the country's theater companies, the history of the musical band and parish choir, orchestras, civil celebrations and village festivals. These groups and these initiatives were linked to moments of leisure, moments of celebration of labor, sacrifices ... and so much misery. Yet the stories of these people make it clear that their life was not as good as it might seem, but was backed by the small joy of small things, the trust of being together and the simple sharing of personal affections and the sacred values ​​of the community. A world of which there is little more than memory..